Finestra sulla Francia

fatimad

Fatima Bédar

In Francia, all’inizio degli anni 60, metà dei 450.000 immigrati algerini vivono nelle bidonvilles. A 7 km da Parigi, non lontano dai futuri grattacieli della Défense, 10.000 di loro abitano in baracche di legno e lamiera, fra le pozzanghere e i topi, senza acqua corrente né corrente elettrica. Ed Continua a leggere...

Commenti (0)
macronenlarmes

Anche i presidenti piangono

In lacrime dopo aver visto « Les Misérables », il film sugli abitanti delle banlieues presentato all’ultimo Festival di Cannes, il presidente francese Emmanuel Macron ordina al suo governo di « migliorare le condizioni di vita in banlieue ». La moglie Brigitte, commossa anche lei, tenta di confortarlo. Teme che, dopo « Les Misérables », Continua a leggere...

Commenti (0)
giletsj

Macron rischia la guerra civile

Costretto ad interrompere, sabato scorso, un week-end sciistico sui Pirenei, inopportuno, oltre che  ecologicamente irresponsabile, il presidente francese è fuori di sé. Dopo aver visto le immagini della “battaglia” fra la polizia e i gilet gialli sugli Champs Élysées, dichiara che sarà l’esercito a fronteggiare domani, sabato 23 marzo, Continua a leggere...

Commenti (0)
solferino

Solferino

In Italia, Solferino evoca vagamente la II Guerra d’indipendenza, o la fondazione della Croce rossa. A Parigi, invece, dove Solferino diventa Solférino’, il pensiero va all’imponente palazzo, al n°10 della via omonima nell’elegantissimo VII arrondissement, sede, fino a settembre dello scorso anno, del Partito Socialista. 3.389 mq, distribuiti in Continua a leggere...

Commenti (0)
Acte 14

Gilet gialli Atto 14

Non è finita. Tutt’altro. Erano in 60.000 sabato scorso nelle strade e nelle piazza francesi a manifestare contro la politica sociale e finanziaria neo-liberista del loro presidente e invitarlo ad andarsene. La “Macronie” perde pezzi. Alcuni fra i fedelissimi del presidente gettano la spugna. Il suo guardaspalle finisce sotto Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su