Guerre

M4

L’autostrada “M 4″

Lunedi’, sotto la sorveglianza della polizia militare russa,  una parte dell’autostrada internazionale « M 4 », nella Siria nordorientale, è stata aperta al traffico, facilitando gli spostamenti fra le province di Hasaka, Rakka e Aleppo. La regione, fra il Tigri e l’Eufrate, è chiamata Al-Jazira (l’isola). Il tratto aperto, fra Ain Continua a leggere...

Commenti (0)
Wehr

Le responsabilità degli eserciti nazifascisti

 

Mentre è ormai generalizzato il ricordo dell’Olocausto, un altro genocidio, quello dei popoli slavi, preparato ed eseguito per gli stessi motivi razzisti, è dimenticato. Hitler guardava ad est, verso la Russia. Nel « Mein Kampf » c’è già la road map di una campagna di conquista ed annientamento realizzata in seguito Continua a leggere...

Commenti (0)
profughigrecia

I rifugiati non sono una minaccia

L’UE ha perso un’altra occasione per trovare una soluzione a lungo termine al problema dei profughi. Ha preferito affidare a un dittatore il compito di sorvegliare le frontiere esterne dell’Europa perché impedisca a chi cerca di sfuggire alla guerra, alla fame, alle malattie, di proseguire il suo viaggio. I Continua a leggere...

Commenti (0)
stoppp2

I portuali contro la guerra

Da 5 anni l’Arabia saudita è impegnata nello Yemen in un conflitto legato alle tensioni geopolitiche regionali fra la petromonarchia e l’Iran. Dal 2015 Riad guida una coalizione di potenze regionali e dirige un intervento militare che ha provocato decine di migliaia di vittime e l’esodo forzato di tre Continua a leggere...

Commenti (0)
course

Guerre contro il “terrore”

Secondo un’analisi del Watson Institute of International and Public Affairs della Brown University, dal loro inizio, nel 2001, le guerre degli USA in Afghanistan, Irak, e Siria sono costate al contribuente americano 6.400 miliardi di dollari, una cifra superiore di 2.000 miliardi di dollari alla spesa complessiva dell’amministrazione USA Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su