Lavoro

arbeit

Lavorare meno, lavorare tutti

Il reddito di base incondizionato o reddito di cittadinanza o reddito di sussistenza o reddito minimo universale ha il vento in poppa. A tutti, o quasi, sarebbero distribuiti tot euro al mese, liberandoli da angosce esistenziali e permettendo a ciascuno di decidere cosa fare della propria vita. Nessuno dovrebbe Continua a leggere...

Commenti (0)
Ryanair am Flughafen Frankfurt

Ryanair

Dopo l’annuncio di uno sciopero dei piloti a ridosso di Natale in numerosi paesi, la compagnia aerea low cost Ryanair si è detta, per la prima volta, disposta a riconoscere i sindacati. Ha intenzione di parlare con i sindacati dei piloti in vari paesi e riconoscerli come rappresentanti dei Continua a leggere...

Commenti (0)
clichyhds

Schiavi nel XXI secolo

Undici dipendenti (su 42) della società Héméra, che ha l’appalto delle pulizie dell’Holiday Inn di Clichy, una cittadina della banlieue di Parigi, sono in sciopero dal 19 ottobre. Innumerevoli manifesti coprono i vetri  delle finestre, che un concerto di clacson, tamburi e fischietti fa vibrare.  A un tiro di Continua a leggere...

Commenti (0)
Kobalt

Multinazionali e lavoro minorile

Multinazionali dell’elettronica come Apple, Samsung o Sony, ma anche dell’automobile come BMW, Daimler o Volkswagen, continuano a sfruttare il lavoro minorile nella Repubblica Democratica del Congo. E’ quanto reso noto in un rapporto dal titolo « Time to recharge », pubblicato da Amnesty International, secondo il quale, nelle miniere di cobalto Continua a leggere...

Commenti (0)
geox

Paradiso per gli uni, inferno per gli altri

Nei negozi di Kiev, una giacca costa 190 euro. L’operaia ukraina che ne ha cucite quasi 200 in un giorno, alla fine del mese porta a casa il salario minimo legale di 89 euro. Appena sufficiente a pagare luce e acqua. Le patate autoprodotte e l’aiuto alimentare dei genitori Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su