Lavoro

macstrike

La protesta dei precari

Il 4 ottobre hanno scioperato, in Gran Bretagna, i dipendenti delle catene fast food e gli addetti alle consegne a domicilio. Sono  giovani, precari e in gran parte immigrati, impiegati nella gig economy, un modello economico, sempre più diffuso, in cui i lavoratori, quasi 4 milioni,  sono tutti in Continua a leggere...

Commenti (0)
nestle

Le persone vengono prima dei profitti

Martedi’ 2 ottobre un soffio di lotta di classe attraversa la cittadina svizzera di Vevey, sulla riva soleggiata del Lago di Ginevra, quando, verso mezzogiorno, oltre 400 dipendenti degli stabilimenti della Nestlé in Germania arrivano con bandiere e striscioni davanti alla sede centrale della potente multinazionale alimentare.

Motivo della Continua a leggere...

Commenti (0)
job

Miracolo alla tedesca

Il tanto celebrato miracolo tedesco è basato, come e più che altrove in un mondo dominato dal neoliberismo, sull’aumento dei rapporti di lavoro “atipici”. Minijob, lavoro in affitto, lavoro part time, lavoro a tempo determinato. Sono 7.400.000 i lavoratori tedeschi che la cui base retributiva è di 450 euro Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
caporalato

Da sole a sole

In Italia, oltre 450.000 braccianti attraversano le campagne al ritmo delle stagioni : d’inverno le arance, d’estate il pomodoro, in primavera le patate, d’autunno la vendemmia. 100.000 vivono in condizioni di schiavitù. Il 20% sono italiani. Fino al 2010, all’articolo 8 del contratto di lavoro dei braccianti si poteva leggere Continua a leggere...

Commenti (0)
roma1

In ventimila a Roma contro il governo: «Prima gli sfruttati»

In ventimila hanno partecipato alla manifestazione indetta a Roma dall’Unione Sindacale di Base (Usb) dedicata a Soumaila Sacko, il bracciante maliano e sindacalista Usb ucciso nella piana di Gioia Tauro mentre raccoglieva delle lamiere per costruirsi una baracca nel campo di San Ferdinando. «Prima gli sfruttati» era lo slogan, Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su