Repressione

gieletgialli

Sciopero generale contro il DASPO francese

Oggi i gilet gialli, i lavoratori aderenti alla CGT, a Sud-Solidaires, a Force Ouvrière, i militanti della France Insoumise, del PCF, del NPA, di Attac scendono in piazza per uno sciopero nazionale di 24 ore. Rivendicano un aumento dei salari, giustizia fiscale, libertà di manifestare. Nello stesso tempo, i Continua a leggere...

Commenti (0)
battisti1

La “pacchia” è finita

Tutto  quello che un tempo veniva definito l’ « arco costituzionale » si ricompatta oggi per festeggiare l’arresto di Cesare Battisti, ex militante dei PAC (Proletari armati per il comunismo), 64 anni, condannato all’ergastolo, grazie alla testimonianza, ottenuta in circostanze discutibili,  di un pentito degli stessi PAC, per due omicidi e per Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
punto

I tre della Punto nera

In una Punto nera, Amedeo Luongo, Castrese Verde e Giuseppe D’Aniello. Sono carabinieri “di servizio” a Giugliano – un tempo patria di Giovan Battista Basile, immortale autore de « Lo Cunto de li Cunte » – oggi uno dei circa 300 Comuni italiani la cui amministrazione è stata sciolta per ingerenze Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
Dettinger

Crescendo sicuritario

In Francia dilaga un rigurgito autoritario. Il governo annuncia un progetto di legge destinato ad opporre, secondo il ministro degli Interni, l’ultra-fermezza all’ultra-violenza. Un crescendo sicuritario per cercare di riprendere politicamente la mano giocando la carta dell’ordine, insieme a quella della paura, mentre l’opinione pubblica continua a sostenere il Continua a leggere...

Commenti (0)
piazza

La madre di tutte le stragi

Milano. 12 dicembre 1969. Piazza Fontana. Banca dell’Agricoltura. Ore 16.37. Una bomba con 7 kg di tritolo uccide 17 persone e ne ferisce 87. Lo scopo ? Terrorizzare studenti, lavoratori, intellettuali, sindacati, partiti e movimenti democratici che minacciano l’ordine costituito, diffondere il panico e giustificare misure d’emergenza da parte del Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su