Storia

moskau1

Riscrivere la storia

« 1941-1945 : Possiamo ripeterlo ! » Da qualche anno, questo slogan circola in Russia come autoadesivo sulle auto o manifesto nella ricorrenza del 9 maggio, il giorno della vittoria. Anche quest’anno. Il messaggio non si riferisce tanto al passato quanto al presente : in caso di aggressione, siamo pronti e, ovviamente, vinceremo di Continua a leggere...

Commenti (0)
liberatrici

Liberatrici

Sono 800.000 le donne che combatterono nell’Armata Rossa, l’esercito che, raggiungendo per primo Berlino 74 anni fa, sopporto’ le maggiori perdite per conseguire la vittoria sul fascismo. Nell’Armata Rossa, le soldatesse sovietiche non svolsero soltanto compiti di approvvigionamento « tipicamente femminili », ma presero parte ai combattimenti.

Infermiere armate portavano via Continua a leggere...

Commenti (0)
intrappola

In trappola

La maggior parte dei 7.000 combattenti delle Brigate internazionali che si trovano nei campi di smobilitazione catalani dall’ottobre 1938 vogliono continuare a lottare contro il fascismo. Sebbene il governo presieduto da Juan Negrin decida di ritirarli dal fronte e sebbene questa decisione sia controllata da una commissione della Società Continua a leggere...

Commenti (0)
blutmai

Un 1° maggio di sangue di 90 anni fa

Nel 1929, a Berlino, la tradizionale festa del 1° maggio fini’ in un’orgia di violenza scatenata dalla polizia. Una lapide, dove è scritto « qui,  all’inizio di  maggio 1929, 19 persone trovarono  la morte e 250 furono ferite in scontri di piazza »  ricorda quella giornata sul ponte Walter Röber, Continua a leggere...

Commenti (0)
dresda1

Attualità della memoria

Il 13 febbraio del 1945 un terzo della città di Dresda, capitale storica della Sassonia nota anche come la Firenze dell’Elba per le sue collezioni d’arte e i suoi splendidi monumenti, viene distrutta da 3.900 tonnellate di bombe incendiarie ed esplosive. Le vittime sono 25.000 (secondo altre fonti, 50.000). Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su