Storia

leninstatue

Due pesi, due misure

Dall’ex Piazza Lenin (attuale Piazza delle Nazioni unite), a Berlino,  appena un anno dopo l’annessione della Repubblica democratica tedesca, le autorità della « nuova » Germania fanno smontare e rimuovere la statua in granito rosso di Lenin (una delle 6.000 esistenti nel mondo) alta 19 metri.  I simboli del realismo socialista Continua a leggere...

Commenti (0)
Marchais

Georges Marchais

I francesi non dimenticano Georges Marchais  (7 giugno 1920-12 novembre 1997), segretario del PCF al 1972 al 1994. Parla alla TV come in piazza. Forte, d’impulso. Il suo stile è aggressivo, ma accattivante. Fa piacere agli intellettuali « giacobini » ma non all’elettorato tradizionale del suo partito, costituito soprattutto da operai Continua a leggere...

Commenti (0)
rivo

Una rivoluzione dall’alto

Nella notte del 27 maggio 1960, un Comitato per l’Unità nazionale costituito da 38 ufficiali prende il potere in Turchia con un sanguinoso colpo di Stato. In poche ore sono arrestati 200 ufficiali superiori, membri del governo, deputati e il presidente Celal Bayar. Il primo ministro Adnan Menderes è Continua a leggere...

Commenti (0)
himmler

Maggio 1945

19 maggio : il presidente cecoslovacco Edvard Benes dispone che « il patrimonio delle persone di nazionalità tedesca o ungherese nel territorio della Repubblica cecoslovcacca passi sotto controllo statale ». Il provvedimento riguarda anche gli imprenditori cèchi e slovacchi che hanno collaborato con gli occupanti nazisti.

23 maggio : nel corso di un Continua a leggere...

Commenti (0)
Schwarzenberg

La libera repubblica di Schwarzenberg

Tutti sanno che l’8 maggio 1945 è il giorno della resa incondizionata della Wehrmacht e della vittoria sul fascismo in Europa. E’ molto meno noto che, a quella data, non tutto il territorio del III Reich è stato occupato dagli eserciti alleati. Parte dello Schleswig-Holstein è sotto il controllo Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
Torna su