America latina

represion

La spirale negativa del Venezuela

Il perdente dello scontro in atto in Venezuela è chiaro da un pezzo : è il popolo venezuelano. E’ una battaglia combattuta dalle due parti senza esclusione di colpi. L’opposizione parlamentare di destra è della stessa stoffa di quella che ha organizzato nel 2002 il colpo di Stato contro Hogo Continua a leggere...

Commenti (0)
mauriciomacri

Faccia di liberista

Mauricio Macri ha trovato il suo primo capro espiatorio : il ministro delle Finanze, Alfonso Prat-Gay, deve andarsene perché nessuno dei miracoli promessi dalla « rivoluzione della gioia » proclamata dal presidente argentino prima e dopo il suo insediamento si è realizzato. La realtà è molto diversa : dall’inizio della sua presidenza sono Continua a leggere...

Commenti (0)
Fideltomba

Personalità

Su richiesta di Fidel Castro, morto il 25 novembre scorso, il parlamento cubano ha approvato una legge che interdice un culto della personalità postumo. La legge, approvata all’unanimità martedi’ a L’Avana, dispone che a Cuba nessuna strada, piazza o edificio puo’ portare il nome di Fidel Castro. E neppure Continua a leggere...

Commenti (0)
paz1

La lotta armata in America latina

Anche se, dopo quattro anni di trattative, l’accordo di pace fra governo colombiano e FARC è stato respinto da un referendum, tutto lascia pensare che, dopo oltre 50 anni,  il più lungo conflitto armato nell’emisfero occidentale avrà esito pacifico. Sarebbe la fine della più antica, più grande e più Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
paz

SI’ o SI’

Domenica la Colombia potrà votare sugli accordi dell’Avana e la fine del conflitto armato. La provincia di Antioquia e la sua capitale Medellin sono una roccaforte dell’ex presidente Alvaro Uribe (2002-2010), che fa campagna per il NO. Qui, secondo un sondaggio, la maggioranza della popolazione lo seguirà. A livello Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su