Catastrofi

pdl-aquilone

Berlusconi senza rentrée

Vuole tornare Berlusconi. Ma sembra esaurito lo sbrilluccichio della sua piazza mediatica. Il sondaggio langue, e lo risucchia nel cono d’ombra del fuori scena, da dove fa prove di rentrée.

Eccolo allora proporsi a presidente della Repubblica, poi a ministro dell’economia. O tentare l’acclamazione popolare titillando la corda per Continua a leggere...

Commenti (0)
terr1

DOPO IL TERREMOTO

Ancora una volta ci ritroviamo, dopo l’alluvione che ha colpito la Liguria lo scorso novembre e il terremoto che ha devastato l’Aquila e provincia nel 2009, a dover esprimere vicinanza e solidarietà alle famiglie dei lavoratori duramente colpite nei giorni scorsi dal terremotato in Emilia-Romagna.

Sempre più evidenti appaiono, Continua a leggere...

Commenti (0)
terremoto2

DEMOCRISTIANI E COMUNISTI D’ANTAN

Il 6 maggio 1976, alle 21, un terremoto di magnitudo 6,4 colpi’ il Friuli, investendo principalmente 77 Comuni e provocando 989 morti e più di 45.000 senza tetto. Cinque giorni dopo, l’11 maggio 1976, il ministro della Difesa, Arnaldo Forlani, decise di sospendere la parata militare in occasione della Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
spalara

No alla parata del 2 giugno, sì all’aiuto all’Emilia

Egregio Presidente Giorgio Napolitano, Lei ha chiesto ai giovani di aprire porte e finestre, anche qualora le trovassero chiuse. Le chiediamo con tutto il rispetto di dare l’esempio: apra porte e finestre alla solidarietà; trasformi il 2 giugno da festa della Repubblica militare a festa della Repubblica solidale. Annulli Continua a leggere...

Commenti (0)
sar

Comincia la costruzione del sarcofago gigante sopra Tchernobyl

Sulla carta, l’operazione è un rompicapo. Il 15 marzo una nave, sulla quale erano state caricate, a Venezia (Italia), un migliaio di tonnellate di travi metalliche, è arrivata a Odessa (Ukraina). Direzione : Tchernobyl, 600 km a nord, grazie ad un convoglio di una sessantina di camion. Sono i primi Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su