Corruzione

alemannosporco-610cf

Il sacco di Roma prosegue

L’ex segretario del Fronte della Gioventù, Gianni Alemanno, sindaco di Roma dal 2008 al 2013, finisce sotto inchiesta, dal dicembre 2014, per connivenza con la mafia. Il suo successore, Ignazio Marino, sindaco dal giugno 2013 all’ottobre 2015, esce indenne da « Mafia capitale , vasta rete di corruzione con al centro Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
France's President Nicolas Sarkozy greets Libyan leader Muammar Gaddafi in the courtyard of the Elysee Palace in Paris

Sarkozy – Gheddafi

La campagna elettorale di Nicolas Sarkozy nel 2007 è stata finanziata dal colonnello Gheddafi ? Il sospetto non è nuovo. Voci del genere ed anche dichiarazioni di diversi intimi del dittatore libico circolavano in occasione della campagna presidenziale del 2012. Ma mancavano le prove e Sarkozy ha potuto legittimamente respingere Continua a leggere...

Commenti (0)
lobbysmo

Lobbying

Un giornale rivela che un fabbricante di automobili trasmette le sue esigenze al presidente del Consiglio dei ministri bavarese che, a sua volta, le inoltra alla cancelliera Angela Merkel. Quest’ultima se ne fa interprete a Bruxelles e, come desiderava il costruttore, i valori limite tollerati per i gas di Continua a leggere...

Commenti (0)
cahz

Corruzione

Nel dicembre 2012 Jérôme Cahuzac, ministro delegato del Bilancio nel governo Ayrault, è accusato di possedere soldi non dichiarati su un conto in Svizzera, poi a Singapore. Il ministro lo riconoscerà solo nell’aprile dell’anno successivo, dopo aver protestato la sua innocenza perfino davanti al  parlamento. Il presidente Hollande lo Continua a leggere...

Commenti (0)
belgrad

Protesta a Belgrado

A Belgrado migliaia di persone hanno manifestato contro un progetto di sviluppo della città e rimproverato alle autorità competenti di essersi arricchite. Sabato, secondo gli organizzatori, 15.000 persone (4.000 secondo la polizia) hanno preso parte alla protesta. Secondo i giornalisti presenti, i dimostranti erano almeno il doppio. Urlavano all’indirizzo Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su