Nazifascismo

musik

La musica dei nazisti

Nel sistema fascista dei campi di concentramento, il ghetto di Theresienstadt (la località si chiama oggi Terezin e si trova nella Repubblica cèca) era un caso a parte. Le condizioni di vita erano pessime ma, in determinati periodi, migliori rispetto ad altri campi e ghetti. Questo vale, in ogni Continua a leggere...

Commenti (0)
triangoli

Asociali e criminali di professione

« Asociali » e « criminali di professione » sono le vittime ignorate del nazismo. Parecchie decine di migliaia di persone sono state assassinate nei campi di concentramento perché non conformi alla « comunità tedesca ». Finora nessuno lo ha riconosciuto. Perché ?

Sono vittime scomode. Le loro biografie erano molto fragili. Non erano adatte come Continua a leggere...

Commenti (0)
papmacerata

Antifa Macerata e Potere al Popolo confermano la manifestazione di Macerata

Antifa Macerata scrive in una nota che « Macerata sta diventando un teatrino macabro in cui burattini locali vengono messi in scena da burattinai di caratura nazionale, nel tentativo di creare una nuova strategia del terrore. La coreografia è chiara. Attentato fascista, rivendicazione dei mandanti, equiparazione delle loro azioni  a Continua a leggere...

Commenti (0)
marzazz

Italia pallonara

Saluti romani e stemmi fascisti tornano ancora negli stadi italiani, anzi non li hanno mai lasciati. A Marzabotto, paese tristemente noto in Italia e in Europa – dove nell’autunno 1944 i nazisti, con la complicità attiva dei fascisti,  assassinarono 197 persone, fra le quali 52 bambini – il 12 Continua a leggere...

Commenti (0)
Stolpersteine

Stolpersteine

A Berlino, accade che lo sguardo « inciampi », si fermi a riflettere, sbandi prima di ritrovare l’equilibrio.  La causa? Le “Stolpersteine”  (pietre d’inciampo), sampietrini d’ottone disseminati dal 1996 sulle strade della capitale tedesca (e altrove nel mondo) per le persone perseguitate fra il 1933 e il 1945 dai nazisti, per Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
Torna su