Nazifascismo

bahlsen2

Heil Bahlsen

Verena Bahlsen, 26enne erede dell’omonima fabbrica di biscotti, loda il capitalismo e dichiara di voler comprare degli yacht con i suoi dividendi. A quanti la criticano per aver trascurato di ricordare che le sue ricchezze sono dovute anche allo sfruttamento di lavoratori forzati nel periodo nazista, mai indennizzati, risponde Continua a leggere...

Commenti (0)
reimann

Meglio tardi che mai

La dinastia di imprenditori Reimann è una delle più ricche famiglie tedesche, proprietaria di numerosi marchi famosi nel mondo. Quasi 80 anni dopo l’inizio della II Guerra mondiale affronta, con la sua holding, JAB, il suo passato nazista. A Ludwigshafen, negli stabilimenti e nella villa di Albert Reimann senior Continua a leggere...

Commenti (0)
retebruna

La rete bruna

“L’acqua sporca non si butta via se non si dispone di acqua pulita”. All’inizio degli anni 50, il cancelliere Konrad Adenauer giustifica cosi’ la sua politica lassista nei confronti di ex nazisti come Hans Globke, distintosi nel III Reich come co-autore e commentatore ufficiale delle Leggi razziali di Norimberga, Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
finkelkraut

Antisemitismo di comodo

Nella notte da lunedi’ a martedi’, in un paesino dell’ Alsazia a 20 km da Strasburgo, un cimitero ebraico è stato imbrattato di svastiche. E’ l’ultimo episodio di una serie, aumentata d’intensità dall’inizio dell’anno. I bersagli non sono necessariamente ebrei veri o presunti. Svastiche sono comparse il 12 febbraio Continua a leggere...

Commenti (0)
dominikon

Una Marzabotto greca

Nel novembre 1940 Mussolini si impegna a « spezzare le reni alla Grecia ». Dal 1941 l’esercito  italiano costringe la Grecia a pagare le spese dell’occupazione e requisisce il grano, provocando una carestia che causa, nel 1941-42, oltre 40.000 morti. La Resistenza greca si organizza. Molti convogli italiani sono attaccati. Il Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su