Nazifascismo

marzazz

Italia pallonara

Saluti romani e stemmi fascisti tornano ancora negli stadi italiani, anzi non li hanno mai lasciati. A Marzabotto, paese tristemente noto in Italia e in Europa – dove nell’autunno 1944 i nazisti, con la complicità attiva dei fascisti,  assassinarono 197 persone, fra le quali 52 bambini – il 12 Continua a leggere...

Commenti (0)
Stolpersteine

Stolpersteine

A Berlino, accade che lo sguardo « inciampi », si fermi a riflettere, sbandi prima di ritrovare l’equilibrio.  La causa? Le “Stolpersteine”  (pietre d’inciampo), sampietrini d’ottone disseminati dal 1996 sulle strade della capitale tedesca (e altrove nel mondo) per le persone perseguitate fra il 1933 e il 1945 dai nazisti, per Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
anpix

Giornata antifascista

Sabato 27 maggio è stata convocata in Italia una « giornata antifascista «  contro il fascismo e il razzismo, per mettere in guardia contro una vittoria dell’estrema destra alle elezioni politiche del 2018 e il ritorno dei suoi rappresentanti al governo. Centinaia di migliaia di persone hanno partecipato a comizi, dimostrazioni, Continua a leggere...

Commenti (0)
Bund1

Una pesante eredità

L’esistenza presso la Bundeswehr (nome attuale dell’esercito tedesco) di un patrimonio ideologico che risale alla Wehrmacht (nome dello stesso esercito fra il 1935 e il 1946), venuto  a galla con la « scoperta » della presenza di soldati dichiaratamente fascisti nelle caserme, ha rilanciato la polemica sul nome delle caserme stesse. Continua a leggere...

Commenti (0)
brunhildepomsel

I ricordi sono sempre presenti

Il 27 gennaio, giornata-anniversario della liberazione di Auschwitz, è morta a 106 anni Brunhilde Pomsel, segretaria e stenografa di Joseph Goebbels,  ministro della Propaganda di Hitler. Fino alla sua morte ripete di aver sentito parlare delle camere a gas solo dopo la guerra. Nel 2011, a 101 anni, una Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
Torna su