Razzismo

hate

Se questa è Italia

A Roma,  un ragazzo e una ragazza sono portati via bruscamente da due uomini di un non meglio precisato servizio d’ordine, che li consegnano ad agenti in borghese perchè si sono presentati all’adunata salviniana con un cartello con scritto “Ama il prossimo tuo”.

Intanto il Ministro dell’Interno, alla scuola Continua a leggere...

Commenti (0)
La difesa della razza

Il razzismo nella storia d’Italia

Il 17 novembre 1938 Vittorio Emanuele III firma i « Provvedimenti per la difesa della razza italiana », legge « per la protezione della razza italiana », introducendo la maggior parte delle disposizioni antisemite progressivamente decise in Germania da quando i nazisti erano andati al potere. Dal 31 ottobre 1922 l’Italia era governata Continua a leggere...

Commenti (0)
magee

Ruchell « Cinque » Magee

Sentendo « prigioniero politico negli USA » si pensa a Mumia Abu Jamal o a Leonard Peltier. Eppure ci sono dozzine di altri prigionieri, talvolta da decenni nei penitenziari americani, spesso detenuti in condizioni disumane, dimenticati e senza alcuna speranza di tornare il libertà. Uno di loro è Ruchell « Cinque » Magee. Continua a leggere...

Commenti (0)
People speak out during a gathering to protest the death of a street hawker in central Madrid

Sopravvivere non è reato

Nella notte fra giovedi’ e venerdi’ nel centro di Madrid si sono nverificati violenti scontri dopo la morte di un venditore ambulante. Sei persone, tutte di nazionalità spagnola, sono state arrestate. I feriti sono 20, di cui 10 poliziotti. La protesta è iniziata quando Mame Mbaye Ndiaye, un senegalese Continua a leggere...

Commenti (0)
kilian

Razzismo, da Macerata a Heilbronn

Immaginiamo che un profugo accoltelli dei passanti e ne ferisca gravemente uno. Il giorno dopo, probabilmente, sui giornali si parlerebbe di « terrore ». Immaginiamo che le vittime siano profughi e l’accoltellatore un russo di origine tedesca. Quali sarebbero le reazioni ? Sabato è successo proprio questo. Per molti giornali l’aggressione meritava Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su