Razzismo

diablo

Fascisti d’Italia

3 ottobre. Lazio-Rennes. Un gruppo di tifosi, in piedi,  saluta romanamente. Ricordano Fabrizio Piscitelli, capo degli « Irriducibili », noto spacciatore militante di Forza Nuova, ucciso in pieno giorno a Roma. La Lazio, ufficialmente,  si scusa e si dice intenzionata ad identificarli e tenerli lontani dallo stadio. Non ci crede nessuno. Continua a leggere...

Commenti (0)
polif1

Barzellette di bassa Lega

Accade a Roma. Un ispettore capo del Reparto Mobile, in servizio di « ordine pubblico » nella Capitale durante una manifestazione sindacale, conversa amabilmente con i suoi subordinati, impegnati normalmente anche nei servizi di trasferimento dei migranti. Il dirigente è noto per le sue battute. Di che genere ? Se ne conosce Continua a leggere...

Commenti (0)
hate

Se questa è Italia

A Roma,  un ragazzo e una ragazza sono portati via bruscamente da due uomini di un non meglio precisato servizio d’ordine, che li consegnano ad agenti in borghese perchè si sono presentati all’adunata salviniana con un cartello con scritto “Ama il prossimo tuo”.

Intanto il Ministro dell’Interno, alla scuola Continua a leggere...

Commenti (0)
La difesa della razza

Il razzismo nella storia d’Italia

Il 17 novembre 1938 Vittorio Emanuele III firma i « Provvedimenti per la difesa della razza italiana », legge « per la protezione della razza italiana », introducendo la maggior parte delle disposizioni antisemite progressivamente decise in Germania da quando i nazisti erano andati al potere. Dal 31 ottobre 1922 l’Italia era governata Continua a leggere...

Commenti (0)
magee

Ruchell « Cinque » Magee

Sentendo « prigioniero politico negli USA » si pensa a Mumia Abu Jamal o a Leonard Peltier. Eppure ci sono dozzine di altri prigionieri, talvolta da decenni nei penitenziari americani, spesso detenuti in condizioni disumane, dimenticati e senza alcuna speranza di tornare il libertà. Uno di loro è Ruchell « Cinque » Magee. Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su