Lotte

maks

Partie remise (se ne riparla)?

Lo Stato, i media, le banche : la protesta del popolo francese contro la politica neoliberale del suo presidente ha avversari agguerriti. Adesso si sentono onnipotenti. Gli scioperanti hanno le tasche vuote. Nell’ultimo fine settimana il sindacato autonomo dei trasporti urbani ed extra urbani ha invitato i suoi aderenti a Continua a leggere...

Commenti (0)
avocats1

Pensione a punti, punta pensione

AXA – 95.728 dipendenti (2018), giro d’affari 57.360.000.000 (2018), utile 2.140.000.000 (2018) – primo assicuratore mondiale, vanta su Twitter i suoi prodotti di risparmio per la pensione, sottolineando che il livello delle pensioni diminuirà a causa della riforma pensionistica contro la quale, da oltre 40 giorni, si battono i Continua a leggere...

Commenti (0)
ivry

Altre categorie scendono in lotta in Francia

L’inceneritore di Ivry brucia i rifiuti di 1,5 milioni di abitanti di 12 arrondissements di Parigi e quelli di Cachan, Charenton, Gentilly, Ivry, Le Kremlin-Bicêtre, Maisons-Alfort, Saint Mandé, Saint Maurice, Valenton, Villejuif, Vincennes, Vitry e Montrouge. 400 lavoratori lo bloccano da martedi’ mattina. Il più grande inceritore d’Europa  è Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
Eiffec

Una dimostrazione di forza

Ieri, giovedi’, quarta giornata di mobilitazione generale. 200 manifestazioni in tutta la Francia. 1.700.000 manifestanti. 370.000 a Parigi. E’ il 37° giorno consecutivo di sciopero contro la riforma delle pensioni. Il governo insiste nel suo atteggiamento provocatorio, sperando che le tasche vuote degli scioperanti e la stanchezza degli utenti Continua a leggere...

Commenti (0)
cassette

Schiavitù moderna

Imprenditori agricoli, braccianti e, nel mezzo, caporali. Un bracciante senegalese ha denunciato gli uni e gli altri. Non è la prima volta. Contratti inesistenti, paghe di fame, lavoro negli agrumeti dall’alba al tramonto, tutti i giorni festivi compresi,  contro 1 euro a cassetta per i mandarini e 50 ct Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su