Lotte

gialli

Libertà, uguaglianza, solidarietà

In Francia, nelle scorse settimane, decine di migliaia di persone, che indossano gilets gialli,  sono scese in piazza a manifestare la loro collera per la politica del governo. Una collera alimentata anche dalla sensazione che governanti scollegati dalla realtà facciano politica dalla capitale contro gli interessi della popolazione più Continua a leggere...

Commenti (0)
orban

Una legge schiavistica

Domenica 15.000 manifestanti si sono dati appuntamento a Budapest, sulla piazza Kossuth, davanti al parlamento ungherese, per protestare contro l’approvazione di una « riforma del lavoro », voluta dal governo Orbàn, molto simile al Jobs Act di renziana memoria o alla Loi Travail imposta l’anno scorso, a colpi di decreti-legge, da Continua a leggere...

Commenti (0)
marche

Un’altra repubblica è in marcia

Il sole di mezzogiorno fa brillare le bande catarifrangenti dei loro gilets gialli mentre camminano, a lato della nazionale. Ci sono Ricou e Patrice, Sébastien con El Niño, il suo bastardino, Claudine e Marido. Alla prossima rotatoria li aspetta Gaël con il furgone, dove ci sono i sacchi a Continua a leggere...

Commenti (0)
romas

Manifestazione nazionale 16 giugno a Roma

Potere al Popolo aderisce e promuove la massima partecipazione alla mobilitazione indetta dalla Federazione del Sociale Usb.

Perché partecipare?

E’ la prima manifestazione contro il nuovo governo apertamente razzista e dall’uccisione di un sindacalista dei braccianti in Calabria. Soumayla Sacko stava aiutando due suoi fratelli a mettere assieme lamiera e cartone Continua a leggere...

Commenti (0)
cheminotsgreve

Lo sciopero dei ferrovieri in Francia

E’ naturale che nessuno sia contento quando i treni restano fermi, invece di viaggiare. Ma cos’altro possono fare i ferrovieri, per difendersi contro una privatizzazione detta « riforma » e salvaguardare interessi e diritti, se non scioperare? Il diritto di sciopero fa parte dei diritti fondamentali. I ferrovieri francesi hanno escogitato Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su