Migranti

vite1

Vucumprà, will you buy?

Bass viene da Dakar. Racconta dei disagi creati con il decreto del 2005, dei soldi necessari per ogni rinnovo, dei tempi di attesa triplicati, della criminalizzazione degli stranieri. Per Rama, cuoca di strada senegalese, “Fino a qualche anno fa si stava bene, ora è difficile vivere. C’era più serenità, Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
Uganda

Terra e sementi per tutti

L’aria è calda. Solo un  platano fa un po’ d’ombra. Eppure, oltre 200 nuovi profughi ascoltano tranquillamente, in file ordinate, Godfrey Moyengo che dà loro il benvenuto. « Qui non ci sono cisterne, scuole, ospedali speciali per i profughi. Le risorse sono uguali per voi e per gli ugandesi » , Continua a leggere...

Commenti (0)
waglaf

I migranti e la sinistra tedesca

Sarah Wagenknecht, capogruppo della Die Linke al Bundestag, si oppone alla richiesta di connotare a sinistra una legge sull’immigrazione. Una simile connotazione viene chiesta, fra gli altri, dalla presidente del partito, Katja Kipping. « Penso che Die Linke dovrebbe  cercare di fare proposte serie » ha dichiarato la signora Wagenknecht al Continua a leggere...

Commenti (0)
SPAIN-MOROCCO-IMMIGRATION-CHILDREN

Tangeri, l’ultima tappa

In un quartiere periferico di Tangeri, in un bar improvvisato tenuto da una coppia di camerunesi dall’estate 2016, dove l’alcool è di contrabbando, l’affitto è pagato a nero e i clienti sono sans papiers, dei migranti si incontrano per discutere, bere, dimenticare la miseria. Arrivano dal deserto algerino dopo Continua a leggere...

Commenti (0)
domenico

Visita a Riace

Giovedi’ 2 novembre, invece di andare a trovare i morti, siamo andati a trovare quelli che la morte l’hanno vista in faccia. A Riace. Nel gruppo ci sono due Bénédicte, due Franceschi, Sergio, Sandro, Adele, Mattia, Giustiniano, Anna, Caterina. Vengono da Parigi, Roma, Cosenza, Trebisacce. C’è un bel sole. Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su