La riforma del diritto del lavoro, voluta da Emmanuel Macron, è una « menzogna di Stato », una « estensione della sciagurata  Loi Travail » dovuta al governo socialdemocratico ormai ingloriosamente tramontato. Philippe Martinez, segretario generale della CGT, insieme alla France insoumise di Jean-Luc Mélenchon e ai sindacati Solidaires, FSU e Unef,  lancia ai Continua a leggere...