3 ottobre. Lazio-Rennes. Un gruppo di tifosi, in piedi,  saluta romanamente. Ricordano Fabrizio Piscitelli, capo degli « Irriducibili », noto spacciatore militante di Forza Nuova, ucciso in pieno giorno a Roma. La Lazio, ufficialmente,  si scusa e si dice intenzionata ad identificarli e tenerli lontani dallo stadio. Non ci crede nessuno. Continua a leggere...