Dopo aver imposto una serie di concessioni e sgridato a dovere Polonia e Ungheria, mercoledi’ il parlamento europeo ha approvato, commosso, gli aiuti per la pandemia. I vincitori non sono né i cittadini degli Stati né i deputati di Strasburgo. Ad imporsi su tutta la linea, sulla scia del Continua a leggere...