Il candidato alle elezioni presidenziali francesi Jean-Luc Mélenchon prosegue nella sua formidabile rimonta. Il trend che lo vedeva in terza posizione in un sondaggio della scorsa settimana sembra confermarsi. Secondo il nuovo sondaggio Kantar-Sofres-Onepoint reso noto lunedi’ dal quotidiano Le Figaro, al primo turno, fra due settimane, il fondatore del Parti de Gauche sarebbe terzo con il 18% dei voti, superando di un punto il candidato conservatore François Fillon, travolto dallo scandalo dei falsi impieghi ai suoi familiari.

Rispetto ad un sondaggio di metà marzo, Mélenchon ha recuperato sei punti. Anche secondo altri sondaggisti il candidato della sinistra, che propone, fra l’altro,  un programma di investimenti di 100 miliardi di euro, la riduscussione dei trattati europei e l’uscita della Francia dalla NATO, ha guadagnato molti consensi. In un mese, gli viene attribuito il doppio dei voti del candidato socialdemocratico Benoît Hamon.

Nel sondaggio pubblicato lunedi’il candidato « né di destra né di sinistra » Emmanuel Macron, ex ministro delle Finanze di François Hollande e la candidata fascio-populista Marine Le Pen fanno la corsa in testa. Ciascuno di loro otterrebbe, al primo turno del 23 aprile, il 24% dei voti e passerebbero al turno successivo, dove il favoirito sarebbe l’ultra-liberista Macron. La settimana scorsa un trend simile era indicato nel sondaggio Scanresearch-Leterrain, che accreditava Mélenchon del 19,5%, dietro Le Pen (24%) e Macron (24,5%).

L’ultima fase della campagna elettorale, durante la quale gli 11 candidati alla presidenza hanno diritto a un tempo di parola uguale sui media radio-televisivi, è cominciata lunedi’.

Giustiniano

11 aprile 2017

Print Friendly