Il 10 dicembre 2009, il JO (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Francese) pubblicava l’interrogazione verbale rivolta dal deputato all’Assemblea Nazionale del Dipartimento Meurthe et Moselle Christian Eckert (gruppo parlamentare diversi di sinistra) all’allora Ministro del Bilancio, Funzione pubblica e Riforma dello Stato, nonché Tesoriere dell’UMP, Eric Woerth.Gli avvenimenti delle ultime settimane, con al centro la rete di rapporti fra esponenti del governo ( in particolare proprio il tesoriere del partito di maggioranza ed ex ministro del bilancio Eric Woerth ) e suoi finanziatori (Liliane Bettencourt, decana dell’omonima famiglia proprietaria, con Nestlé, del colosso dei cosmetici L’Oréal) rende quanto mai attuale sia l’interrogazione verbale del deputato dell’opposizione Christian Eckert che la risposta dell’allora ministro del Bilancio Eric Woerth.Christian Eckert. La mia domanda é rivolta a Eric Woerth, ministro del Bilancio, dei Conti pubblici, della Funzione pubblica e della Riforma dello stato.Signor ministro, uno dei Suoi colleghi pensa che il dibattito nazionale sia basato sui propositi espressi in osteria. Lunedi’ sera, all’hotel Bristol – non é una taverna qualsiasi ! – il Presidente della repubblica ha tenuto a ringraziare la prima cerchia dei suoi donatori. Questi ultimi donano tutti gli anni all’UMP fra tre e sette volte lo SMIC (Sarario minimo intercategoriale). Sono ripartiti pienamente sazi e rassicurati.I 9 milioni raccolti dal tesoriere dell’UMP sono il migliore investimento del mondo : fruttano i 13 miliardi di euro dello scudo fiscale, i 20 miliardi di riduzioni d’imposte sulle cessioni delle filiali e ben altro ancora! Davanti a questi prestigiosi donatori, il Presidente della repubblica si é impegnato a non tornare mai sullo scudo fiscale. Ce n’é abbastanza per renderli fedeli !Il Presidente della repubblica aveva parlato di Repubblica irreprensibile. Egli dev’essere il presidente di tutti i francesi e non il collettore di fondi dell’UMP. Avete fatto votare alla vostra maggioranza le franchigie mediche che colpiscono tutti i malati, l’imposizione delle indennità giornaliere che colpisce tutte le vittime di incidenti sul lavoro, l’aumento programmato delle imposte locali, che colpirà tutte le famiglie ! Signor ministro dei conti pubblici, voi dovreste combattere l’evasione e la frode fiscale. E’ compatibile con la vostra funzione di animatore del club dei finanziatori dell’UMP ? Se non conflitto di interessi, non vi é almeno confusione di generi ?Non so quel che si dice da Fouquet’s a al Bristol. Ma nelle osterie dei nostri paesi si sente la grande maggioranza dei francesi, per i quali la giustizia fiscale era finora lo zoccolo dell’identità nazionale.Eric Woerth. Signor deputato, in materia di confusione, il partito socialista é veramente fortissimo. Lei confonde tutto : le idee, gli uomini, le donne ! Veramente, il partito socialista é ormai solo una macchina per fare confusione. C’é confusione di generi quando si é ad un tempo ministro del Bilancio e Tesoriere di un partito politico ? Non c’é problema : non c’é confusione di generi.Un membro del governo é un responsabile politico – é vero anche per alcuni deputati. Che scoop ! Anche il Presidente della repubblica é un uomo politico. Siamo uomini e donne politici ed abbiamo delle responsabilità nei nostri partiti. D’altronde, quando si é ministri del Bilancio , si é responsabili delle finanze del paese e del controllo fiscale. Non ho la sensazione che qualcuno possa accusarmi in proposito di essere lassista. No davvero ! Quanti lo fanno dovrebbero leggere i giornali e guardare la TV più spesso : mi sembra di sentire piuttosto l’accusa contraria. Non so cosa cerca di dimostrare attraverso la Sua stupida interrogazione ma farei fatica a rispondere diversamente.Dal 22 marzo 2010, Eric Woerth ha lasciato il ministero che dirigeva, per diventare ministro del Lavoro, della Solidarietà e della Funzione pubblica, mantenendo le sue funzioni di tesoriere del partito del presidente : in queste ore ha fatto sapere che intende dimettersi da quest’ultima carica per concentrasi sulla riforma delle pensioni, che prevede l’aumento dell’età legale della pensione, l’allungamento dei contributi necessari, il loro aumento e tanto altro ancora sulla via della completa privatizzazione del sistema pensionistico.Nicolas Sarkozy ha difeso ieri in TV il suo ministro, pur « consigliandogli » di lasciare la carica di tesoriere del partito per concentrarsi sulla controriforma pensionistica, i colleghi di governo hanno fatto quadrato intorno a lui forti di una perizia, disposta dal ministro attuale del Bilancio, che sostiene che non ha accordato privilegi fiscali a Liliane Bettencourt, tuttavia il Nouvel Observateur pubblica domani un nuovo documento sui rapporti fra i Bettencourt, il teroriere dell’UMP e Nicolas Sarkozy che complica ulteriormente la posizione di Woerth, che deve comunque spiegare come mai ha fatto assumere sua moglie dalla società che gestisce il patrimonio di Liliane Bettencourt.Alla luce di quanto avvenuto nelle ultime quattro settimane, sembra proprio che Eric Woerth non abbia usato l’aggettivo adatto quando ha definito l’interrogazione di Christian Eckert « stupida » sette mesi fa.Giustiniano Rossi

Print Friendly