Nel dicembre del 1984 si incontrano a Berlino est rappresentanti delle Commissioni per la Pianificazione cinese e tedesco-orientale. Viene siglato un accordo per l’aumento dell’interscambio e della collaborazione tecnico economica fra il 1986 e il 1990. Hans Modrow, l’ultimo presidente del Consiglio della DDR (Repubblica Democratica Tedesca) dal novembre 1989 al marzo 1990, è allora primo segretario del SED (Partito di Unità Socialista) del Distretto di Dresda dove, a Görlitz e Niesky, un’impresa statale produce carri e carrozze ferroviarie. La produzione è enormemente aumentata nel dopoguerra.

I veicoli ferroviari fanno parte delle riparazioni dovute all’URSS, decise a Potsdam nel 1945, e per anni la fabbrica produce solo per l’URSS. Nel frattempo la sua produzione si esporta in tutto il mondo, ma il mercato principale resta quello sovietico. Adesso si fa avanti anche la Cina. Come soddisfare il suo gigantesco fabbisogno ? Le capacità produttive dell’impresa sono limitate. Berlino ha un’idea. La Cina invierà alcune centinaia di specialisti che potranno perfezionarsi a Görlitz e Niesky ed organizzare in patria la produzione di veicoli ferroviari.  I tecnici della Repubblica popolare cinese sono accolti in Sassonia dal partito e dal sindacato e si integrano ottimamente nella società della DDR nel corso del loro soggiorno.

Trent’anni dopo, ci sono nella Repubblica popolare cinese due imprese – China South Railway (CSR) e China North Railway (CNR) che dominano non solo il mercato cinese ma quello mondiale. Esce dalle loro linee di produzione il 40% di tutti i treni ad alta velocità. Ancora negli anni 90, Bombardier, Alstom e Siemens monopolizzano il settore. Nel frattempo le due aziende cinesi  si uniscono nella China Railway Rolling Stock Corporation (CRRC). Attualmente CRRC non è solo il più grande produttore cinese di veicoli ferroviari ma, con quasi 200.000 dipendenti, una delle più grandi imprese industriali del mondo. Il giro d’affari annuo è di circa 40 miliardi di dollari.

Nelle imprese statali per la produzione di veicoli ferroviari di Görlitz e Niesky sono state create, forse, le premesse per questa travolgente ascesa, nota modestamente Modrow …

Giustiniano

18 febbraio 2021

 

Print Friendly