natoauf

Il riarmo della NATO

Le vittime delle guerre d’aggressione naziste e dello sterminio degli ebrei sono 55 milioni. La metà in URSS. Sono loro che dobbiamo ringraziare se la macchina della morte tedesca è stata distrutta. Chi sperava che la coalizione antifascista sarebbe sopravvissuta alla sconfitta del nazismo, regalando all’Europa ed al mondo Continua a leggere...

Commenti (0)
Wehr

Le responsabilità degli eserciti nazifascisti

 

Mentre è ormai generalizzato il ricordo dell’Olocausto, un altro genocidio, quello dei popoli slavi, preparato ed eseguito per gli stessi motivi razzisti, è dimenticato. Hitler guardava ad est, verso la Russia. Nel « Mein Kampf » c’è già la road map di una campagna di conquista ed annientamento realizzata in seguito Continua a leggere...

Commenti (0)
Schwarzenberg

La libera repubblica di Schwarzenberg

Tutti sanno che l’8 maggio 1945 è il giorno della resa incondizionata della Wehrmacht e della vittoria sul fascismo in Europa. E’ molto meno noto che, a quella data, non tutto il territorio del III Reich è stato occupato dagli eserciti alleati. Parte dello Schleswig-Holstein è sotto il controllo Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
zivilcourage

Il coraggio delle donne

In tutta Europa, la Resistenza contribuisce alla sconfitta del nazifascismo. In particolare la Resistenza delle donne. Molte di loro erano attive già negli anni della scuola e nelle organizzazioni giovanili del movimento operaio. A 20 anni, Teresa Noce fondava a Torino un circolo giovanile socialista. Neda Bozinovic, jugoslava, era Continua a leggere...

Commenti (0)
finoallultimo

Fino all’ultimo

Ad Auschwitz-Birkenau sono morti oltre 1 milione di prigionieri. 60.000, per la maggior parte non ad Auschwitz, sono sopravvissuti fino alla liberazione, l’8 maggio 1945. Quando l’Armata rossa arriva ad Auschwitz, il 27 gennaio 1945, ci sono poche migliaia di prigionieri. Le SS ne avevano deportato gran parte verso Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su