Iran, l’urlo afono delle sanzioni

L’uccisione con moto-bomba dell’ingegnere Massoud Mohammadi introduce sul tema del nucleare variabili che pur s’adeguano al clima d’instabilità vissuta attualmente dall’Iran. Proprio a ridosso dell’avvio delle annunciate sanzioni, secondo quanto predisposto dal segretario di Stato statunitense Clinton col benestare degli alleati occidentali (Gran Bretagna, Francia e Germania) Continua a leggere...

Commenti (0)

Caccia al negro

L’inferno è quello che vivono i Mohammed e i Bakari ogni giorno, da anni. Ovunque poggino le loro membra, che gli italiani d’oggi chiamano negre. Sono tutti negri sia se vengono dal Maghreb, dalla Liberia magari pure dall’Afghanistan e la pelle ce l’hanno come gli europei. Continua a leggere...

Commenti (0)

L’ECCIDIO DI MODENA

60 anni fa, il 9 gennaio 1950, la polizia di Scelba apriva il fuoco premeditatamente, a sangue freddo, sugli operai che protestavano contro la serrata delle Fonderie Riunite di Modena, proprietà del conte Adolfo Orsi, ex boss fascista dirigente di Confindustria, uccidendo sei lavoratori – Continua a leggere...

Commenti (0)

Primo Marzo 2010 Sciopero degli stranieri

Stranieri non tanto dal punto di vista anagrafico, ma perché estranei al clima di razzismo che caratterizza l’Italia del presente. Autoctoni e immigrati, uniti nella stessa battaglia di civiltà.

Cosa succederebbe se i quattro milioni e mezzo di immigrati che vivono in Italia Continua a leggere...

Commenti (0)

La rivolta di Rosarno. Una vera protesta civile… prendiamo esempio

Adesso Maroni coglie la palla al balzo per parlare del problema clandestini.

La colpa è degli immigrati.

Sono colpevoli di lavorare per 20 euro al giorno, colpevoli di vivere ammucchiati in accampamenti, colpevoli quasi di esistere.

Colpevoli di essere sfruttati dalla ndrangheta calabrese, Continua a leggere...

Commenti (0)
Torna su