Repressione

draghima

Operazione “Ombre rosse”

Partiamo con la buona notizia. I nove compagni arrestati a Parigi su richiesta del governo italiano sono stati rimessi in libertà dopo poco più di 24 ore.

Libertà vigilata, con misure diverse (dall’obbligo di firma e all’obbligo di residenza), ma libertà. Del resto, come ha potuto constatare chi qualche Continua a leggere...

Commenti (0)

NON Á L’EXTRADITION DES EXILÉ.E.S POLITIQUES ARRÊTÉ.E.S Á PARIS NON Á LA VENGEANCE CRIMINELLE ET SANS LIMITE DE L’ÉTAT

Arrêter des personnes en exil 40 ans plus tard est une honte pour l’image internationale de la France et l’illusion que la France a de soi même (pays des droits de l’Homme, de la liberté etc.). L’État français revient sur sa politique à la demande d’un autre État, alors que Continua a leggere...

Commenti (0)
guilty

Dopo la condanna di Chauvin

Quando un giornalista bianco – in cerca di una dichiarazione indulgente riguardo ai diritti civili degli afro-americani e a quelle che sono chiamate negli USA « race relations » – chiede a Malcolm X se gli USA hanno fatto « progressi », la risposta è : « No, no, no, non diro’ mai che qui Continua a leggere...

Commenti (0)
repressione

Repressione e razzismo

Per la polizia, le giustificazioni per uccidere una persona sono pochissime. E non devono essere « vittime perfette », quando si tratta di violenze poliziesche. E’ bene ripeterlo dopo che la polizia ha sparato, uccidendolo, a Daunte Wright. C’era un ordine di cattura nei suoi confronti, dichiara la polizia di Brooklyn Continua a leggere...

Commenti (0)
calogero1

Il teorema Calogero

Il 7 aprile 1977, data del processo politico con cui lo Stato regola i conti con i movimenti degli anni 70, sono arrestati decine di militanti dell’Autonomia operaia. Diventeranno centinaia. L’accusa è « insurrezione armata contro i poteri dello Stato ». Firma il mandato di cattura il giudice Pietro Calogero, di Continua a leggere...

I commenti sono chiusi
Torna su