Anche se nelle strade di Pekino barricate che bruciano non se ne vedono, uno scontro è in atto : quello fra il Partito comunista e i Paperoni cinesi. I vari Alibaba, Tencent e JD.com sono diventati monopoli attivi nel mondo ed erogano ampi crediti. Chi domina il mercato finanziario ha il controllo del sistema sociale. La multa record di 2,3 miliardi di euro, comminata sabato dal governo ad Alibaba, sottolinea il modo di procedere del PCC. Al pendant cinese del gigante online USA Amazon sono contestate le condizioni imposte ai commercianti che vogliono vendere la loro merce sulla sua piattaforma. Il gruppo avrebbe approfittato della sua posizione dominante sul mercato.

Alibaba è già stata richiamata. Il fondatore dell’azienda, Jack Ma, aveva dichiarato guerra aperta al governo l’anno scorso. Contro le consuetudine del paese dell’ « economia socialista di mercato », Ma aveva pubblicamente criticato in una conferenza la forte influenza statale : « Le buone innovazioni non temono la regolamentazione, ma piuttosto prescrizioni invecchiate » era la frase che Ma rimpiange oggi di aver pronunciato. Da allora, negli uffici dell’astuto manager tira un vento diverso. Il governo ha convocato Ma ed altri manager di giganti della tecnologia, lasciando cadere il debutto in Borsa della filiale di Alibaba, Ant Financial. La banca centrale ha messo in chiaro che la finanziaria deve « ripulire » i suoi affari con erogazione crediti, assicurazioni e amministrazione di beni.

Nel nuovo anno i manager devono fare ammenda. Come riferito a marzo dalla TV pubblica cinese CCTV, il presidente Xi Jinping ha invitato le autorità di regolazione, nell’ambito di una seduta del comitato supremo di coordinamento e di consulenza finanziaria, a intensificare la sorveglianza di aziende Internet, procedere contro i monopoli, promuovere una concorrenza leale ed impedire un’espansione disordinata del capitale. Xi avrebbe dichiarato che lo Stato procederà contro le piattaforme che, secondo il punto di vista del governo, hanno accumulato troppo potere e dati.

Una volta, Ma aveva parafrasato la sua relazione con il partito comunista con le parole : « la mia filosofia è amare il governo senza sposarlo. » Nel fine settimana, l’organo centrale del partito, «Il quotidiano del popolo », risponde che la punizione di Alibaba è « un passo per standardizzare lo sviluppo dell’impresa e metterla sulla buona strada, bonificare il settore e proteggere la concorrenza leale sul mercato. Anche questo sarebbe « un tipo di amore ».

Giustiniano

12 aprile 2021

 

Print Friendly